Testata per la stampa

Contatti

Dirigente
dott.ssa Tamara Plozzer

Responsabile/Referente
dott. Richard Lessing

Personale
Blaseotto Simonetta
Carrer Cinzia
Corradin Eleonora
Corradini Daniele
Toneguzzo Alessandro
Ziroldo Olivo

Dove rivolgersi
Sede municipale, piano terra
Delegazione di Bibione, piano terrra

Indirizzo
Piazza della Libertà n. 2 - San Michele al Tagliamento (VE)
Via Maja n. 84 - Bibione (VE)

Orario
Sede Municipale
Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00;
Martedì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 16.30;
Giovedì - mattina e pomeriggio - solo su appuntamento;
Delegazione Bibione
Lunedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Telefono
0431.516159

Fax
0431.516312

E-mail
anagrafe@comunesanmichele.it
elettorale@comunesanmichele.it
stato.civile@comunesanmichele.it

PEC
comune.sanmichelealtagliamento.ve@pecveneto.it



Ufficio Anagrafe, Statistica e Toponomastica

 

Descrizione del servizio

Procedimenti amministrativi finalizzati alla formazione e  aggiornamento di:

  • Archivio della popolazione residente: Iscrizioni, cancellazioni, cambiamenti d’abitazione, rilascio certificazioni;
  • Anagrafe Italiani Residenti Estero (A.I.R.E.): Iscrizioni, cancellazioni, cambiamenti d’indirizzo, rilascio certificazioni;
 

Censimenti generali della popolazione, industria, servizi ecc. (ISTAT);Indagini statistiche periodiche ISTAT su campioni di popolazione;Indagini statistiche diverse sull’attività dell’Ente e coordinamento  per l’inoltro all’ISTAT di dati generali;
Onomastica comunale:

  • Intitolazione nuove aree di circolazione;
  • Individuazione ed assegnazione numeri civici.
 

Rilascio certificazioni:
Certificato contestuale: è il certificato che contiene le informazioni di residenza, cittadinanza, e di nascita.
Certificato di cittadinanza: è il certificato che attesta la cittadinanza dell'intestatario.
Certificato di residenza: è il certificato che attesta la residenza dell'intestatario.
Certificato di stato libero: è il certificato che attesta lo stato civile libero dell'intestatario.
Certificato di stato di famiglia: è il certificato che attesta la composizione della famiglia anagrafica dell'intestatario.
Certificazioni anagrafiche storiche: La certificazione storica attesta le situazioni anagrafiche pregresse. Per richiedere certificati storici occorre dichiarare un interesse tutelato dall'ordinamento giuridico.

Cambi di residenza: Con la circolare n. 9/2012 il Ministero dell'Interno ha fornito importanti chiarimenti sulle novità in materia di iscrizioni anagrafiche e cambi di residenza introdotte dal decreto legge n. 5/2012 convertito dalla legge n. 35/2012, anche per quanto riguarda gli accertamenti delle dichiarazioni e le conseguenze degli esiti negativi. Duplice l'obiettivo: consentire l'effettuazione del cambio di residenza con modalità telematica e produrre immediatamente, al momento della dichiarazione, gli effetti giuridici del cambio di residenza.

Autenticazioni di:
Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà: l’attestazione che la firma sulla dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà o su un documento è stata apposta davanti all’impiegato incaricato dal Sindaco, previo accertamento dell’identità del dichiarante. Deve presentarsi l’interessato.Conformità di copie: le autentiche di copia servono a comprovare l'autenticità della copia di un documento e pertanto possono sostituire l'originale per gli usi previsti dalla legge.Deve essere esibito l’originale.La copia del documento, oltre che dall'Ufficio Anagrafe, può anche essere autenticata:

  •  dal funzionario addetto a ricevere la documentazione nell'ambito del procedimento in corso;
  •  dal funzionario che ha emesso il documento o presso il quale è depositato l'originale;
  •  dal notaio;
  •  dal segretario generale comunale;
  •  dal cancelliere del Tribunale.
 

Rilascio carta d’identità: E’ il documento che attesta l’identità di una persona, i dati relativi al Cognome e Nome, al luogo e alla data di nascita  ed alla cittadinanza. I dati relativi alla residenza, allo stato civile ed alla professione non sono attestati dalla carta di identità, pertanto questi ultimi anche se subiscono delle variazioni non comportano necessariamente il rilascio di un nuovo documento. La carta di identità valida per l’espatrio consente al titolare di espatriare nei Paesi della Comunità Europea e nei Paesi aderenti al Trattato di Schengen.
A decorrere dal 2018, il Comune di San Michele al Tagliamento rilascia la nuova carta d'identità elettronica e aderisce al progetto "Una scelta in comune".

 

Requisiti del richiedente
Il richiedente è il soggetto che richiede il rilascio di documentazione inerente i procedimenti sopra indicati.

La richiesta di certificazioni e/o autentiche di copie o sottoscrizioni può essere presentata da chiunque abbia raggiunto la maggiore età, previa identificazione in caso di richiesta orale, o sottoscrizione di una richiesta scritta corredata dalla fotocopia del documento di identità.

Il  rilascio della carta d'identità può essere richiesto da tutti i residenti, anche comunitari ed extracomunitari.

La dichiarazione di residenza nel Comune deve essere presentata dall'interessato o, nel caso di trasferimento di un nucleo familiare, da  un qualsiasi componente maggiorenne della famiglia.In caso di convivenza (casa di riposo, convitto, convento, caserma) la dichiarazione deve essere presentata esclusivamente dal capo-convivenza (responsabile che dirige la convivenza), le cui generalità devono essere già state registrate presso l'ufficio anagrafe.

Modalità di richiesta
Richiesta di certificazione
La domanda di certificazione e/o di informazioni o documentazioni può essere presentata direttamente, inviata a mezzo fax o per posta all'ufficio protocollo del Comune di San Michele al Tagliamento. Richiesta di carta d’identitàIl cittadino che ha compiuto i 18 anni deve recarsi presso lo sportello dell’Ufficio Anagrafe, munito di tre fotografie uguali, recenti e su sfondo bianco. Il copricapo è ammesso solo per motivi religiosi purché non nasconda i tratti del viso. Ai sensi del Decreto Legge 70/2011 dal 27/05/2011 è possibile rilasciare la carta di identità valida per l’espatrio anche ai minori di età compresa fra 0 e 18 anni. La carta di identità per minori ha validità tre anni per età compresa tra zero e il compimento del terzo anno di età, validità e validità 5 anni per età compresa tra anni tre e il compimento del diciottesimo anno di età. Possono richiedere la carta di identità anche i minori di età compresa fra 0 e 18 anni comunitari ed extracomunitari che abbiano la residenza o la dimora nel Comune. Per richiedere la carta di identità valida per l’espatrio di un minore di anni 18 è necessario che entrambi i genitori con il minore si rechino presso lo sportello dell’Ufficio Anagrafe con i seguenti documenti:

 

Requisiti del richiedente
Il richiedente è il soggetto che richiede il rilascio di documentazione inerente i procedimenti sopra indicati.

La richiesta di certificazioni e/o autentiche di copie o sottoscrizioni può essere presentata da chiunque abbia raggiunto la maggiore età, previa identificazione in caso di richiesta orale, o sottoscrizione di una richiesta scritta corredata dalla fotocopia del documento di identità.

Il  rilascio della carta d'identità può essere richiesto da tutti i residenti, anche comunitari ed extracomunitari.

La dichiarazione di residenza nel Comune deve essere presentata dall'interessato o, nel caso di trasferimento di un nucleo familiare, da  un qualsiasi componente maggiorenne della famiglia.In caso di convivenza (casa di riposo, convitto, convento, caserma) la dichiarazione deve essere presentata esclusivamente dal capo-convivenza (responsabile che dirige la convivenza), le cui generalità devono essere già state registrate presso l'ufficio anagrafe.

Modalità di richiesta
Richiesta di certificazione
La domanda di certificazione e/o di informazioni o documentazioni può essere presentata direttamente, inviata a mezzo fax o per posta all'ufficio protocollo del Comune di San Michele al Tagliamento. Richiesta di carta d’identitàIl cittadino che ha compiuto i 18 anni deve recarsi presso lo sportello dell’Ufficio Anagrafe, munito di tre fotografie uguali, recenti e su sfondo bianco. Il copricapo è ammesso solo per motivi religiosi purché non nasconda i tratti del viso. Ai sensi del Decreto Legge 70/2011 dal 27/05/2011 è possibile rilasciare la carta di identità valida per l’espatrio anche ai minori di età compresa fra 0 e 18 anni. La carta di identità per minori ha validità tre anni per età compresa tra zero e il compimento del terzo anno di età, validità e validità 5 anni per età compresa tra anni tre e il compimento del diciottesimo anno di età. Possono richiedere la carta di identità anche i minori di età compresa fra 0 e 18 anni comunitari ed extracomunitari che abbiano la residenza o la dimora nel Comune. Per richiedere la carta di identità valida per l’espatrio di un minore di anni 18 è necessario che entrambi i genitori con il minore si rechino presso lo sportello dell’Ufficio Anagrafe con i seguenti documenti:

Richiesta di iscrizione anagraficaLa richiesta di iscrizione anagrafica può essere presentata sia attraverso gli appositi sportelli, sia per raccomandata, per fax e per via telematica. Quest'ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:

 

Richiesta di iscrizione anagraficaLa richiesta di iscrizione anagrafica può essere presentata sia attraverso gli appositi sportelli, sia per raccomandata, per fax e per via telematica. Quest'ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:

L'articolo 5 comma 4 del decreto legge n. 5/2012 prevede che in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace oltre alla segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza

Documentazione da presentare
La domanda deve contenere tutti i dati della persona fisica o giuridica richiedente, nonché i dati relativi all’oggetto della richiesta.

Costi e modalità di pagamento
Costo del servizio per certificati e/o autentiche di copie/sottoscrizioni: Euro 16,00 più eurocent 0,52 per ogni certificato richiesto (rilascio in bollo), oppure eurocent 0,26 per ogni certificato richiesto il cui uso sia previsto come esenzione D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e s.m.i. (N.B. occorre specificare il motivo ed il riferimento normativo relativo all'esenzione dall'imposta di bollo nella richiesta).

Esenzione
Per le certificazioni: D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e s.m.i.

Normativa di riferimento
D.l. n. del 9 febbraio 2012, convertito in Legge n. 35 del 4 aprile 2012.
D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 "Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa".
Legge 24 dicembre 1954 n.1228 D.P.R. 30 maggio 1989 n. 223 Legge 06 marzo 1998 n. 40 
D.P.R. 18 ottobre 2004 n. 334 
Decreto legislativo 25 luglio 1998 n. 286 
D.P.R. 31 agosto 1999 n. 394 
Circolare Ministeriale n. 42/2006 
Circolare Ministero dell’Interno 20 febbraio 2007 
Legge 28 maggio 2007 n. 68 

Responsabile Procedimento
dott. Luca Villotta

 

L'articolo 5 comma 4 del decreto legge n. 5/2012 prevede che in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace oltre alla segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza

Documentazione da presentare
La domanda deve contenere tutti i dati della persona fisica o giuridica richiedente, nonché i dati relativi all’oggetto della richiesta.

Costi e modalità di pagamento
Costo del servizio per certificati e/o autentiche di copie/sottoscrizioni: Euro 16,00 più eurocent 0,52 per ogni certificato richiesto (rilascio in bollo), oppure eurocent 0,26 per ogni certificato richiesto il cui uso sia previsto come esenzione D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e s.m.i. (N.B. occorre specificare il motivo ed il riferimento normativo relativo all'esenzione dall'imposta di bollo nella richiesta).

Esenzione
Per le certificazioni: D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e s.m.i.

Normativa di riferimento
D.l. n. del 9 febbraio 2012, convertito in Legge n. 35 del 4 aprile 2012.
D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 "Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa".
Legge 24 dicembre 1954 n.1228 D.P.R. 30 maggio 1989 n. 223 Legge 06 marzo 1998 n. 40 
D.P.R. 18 ottobre 2004 n. 334 
Decreto legislativo 25 luglio 1998 n. 286 
D.P.R. 31 agosto 1999 n. 394 
Circolare Ministeriale n. 42/2006 
Circolare Ministero dell’Interno 20 febbraio 2007 
Legge 28 maggio 2007 n. 68 

Responsabile Procedimento
dott. Luca Villotta

 

 

AVVISI E NOTIZIE

 
 

 

MODULISTICA