Testata per la stampa

Contatti

Dirigente
dott. William Cremasco

Personale dei Servizi Sociali
Ufficio Amministrativo
Assistenti Sociali


Personale addetto ai Servizi Sociali
Neri Francesca (Assistente Sociale)
Serodine Daniela (Assistente Sociale)
Cancian Enrica (Assistente Sociale)
Furlan Valeria (Istruttore amministrativo)

Assessore di riferimento
Cassan Cristina


Indirizzo:
Piazza Libertà n. 2 – 30028 San Michele al Tagliamento (VE)

Dove rivolgersi
L’Ufficio Servizi Sociali è ubicato al piano terra dell’edificio municipale

Orario di ricevimento:
ASSISTENTI SOCIALI
Dal Lunedì al Venerdì: solo su appuntamento, prenotabile telefonicamente dalle ore 11.30 alle 13.00.
Giovedì CHIUSO.
UFFICIO AMMINISTRATIVO
L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, PER QUESTO PERIODO DI EMERGENZA SANITARIA COVID-19, INFORMA CHE L’ACCESSO AGLI UFFICI E’ POSSIBILE SOLO PREVIO APPUNTAMENTO

Telefono
:
0431.516138 (Neri Francesca)
0431.516221 (Serodine Daniela)
0431.516222 (Furlan Valeria)
0431.516223 (Cancian Enrica)

Fax:
0431.516312

E-mail:
servizi.sociali@comunesanmichele.it

Indirizzo PEC:
comune.sanmichelealtagliamento.ve@pecveneto.it

Servizi rivolti alla non autosufficienza

  1. Telecontrollo-Telesoccorso
  2. Servizio di assistenza domiciliare
  3. Pasti a domicilio
  4. Impegnativa di cura domiciliare (I.C.D.)
  5. Contributi per l’abbattimento barriere architettoniche
  6. Inserimenti di anziani/inabili in centro servizi residenziali
  7. Assistenza economica
  8. Rette anziani/inabili in centro servizi residenziali
  9. Soggiorni climatici anziani

Telecontrollo-Telesoccorso

E’ un servizio fornito alle persone anziane residenti nel Comune di San Michele alTagliamento per consentire a quei soggetti a rischio socio-sanitario di rimanere presso la propria abitazione senza ricorrere immediatamente a inserimenti presso Centri di servizi residenziali.
Viene fornito un apparecchio che collega costantemente l’utente con una centrale operativa pronta ad intervenire in caso di necessità.
Il servizio assolve principalmente una funzione di prevenzione verso quelle fasce di popolazione particolarmente a rischio.

A chi rivolgersi
Alla Assistente Sociale della Azienda Speciale per i Servizi Sociali “Ida Zuzzi” di San Michele al Tagliamento sita in Via dell’Unione n. 10 .

Tel:
0431 50021

E- mail:
info@aziendaspecialeidazuzzi.it

 

Servizio di assistenza domiciliare

Per assistenza domiciliare si intende una serie di prestazioni di tipo domestico e psico-sociale da fornire ai cittadini anziani o inabili in stato di bisogno, al fine di evitare l’allontanamento dall’ambiente familiare e quindi la disgregazione anche temporanea del nucleo diappartenenza, prevedendo e rimuovendo i rischi che può comportare l’inserimento in strutture residenziali.
Il servizio di assistenza domiciliare è rivolto alle persone le cui esigenze non siano o non possano essere soddisfatte da parenti o volontari.
Il servizio di assistenza domiciliare può fornire le seguenti prestazioni:
° Pulizia ed igiene della persona e della casa
° Preparazione dei pasti caldi
° Aiuto per disbrigo pratiche amministrative e piccole commissioni.

A chi rivolgersi
Alla Assistente Sociale della Azienda Speciale per i Servizi Sociali “Ida Zuzzi” di San Michele al Tagliamento sita in Via dell’Unione n. 10.
Al servizio si accede previo colloquio con l’Assistente Sociale della Azienda Speciale “Ida Zuzzi”, che valuterà il caso e verificherà l’ammissibilità e la conseguente definizione del Piano Assistenziale Individualizzato (P.A.I.)

Tel:
0431 50021

E-mail:

info@aziendaspecialeidazuzzi.it

 

Pasti a domicilio

Il servizio pasti a domicilio è un intervento previsto a favore di persone, anziani o inabili, che non sono in grado di provvedere autonomamente alla preparazione dei pasti e che sono privi di una adeguata rete familiare di supporto.
Il pasto confezionato può essere ritirato direttamente dall’interessato o da chi per esso presso la cucina della Casa di Riposo “Ida Zuzzi” oppure può venire consegnato a domicilio del richiedente in appositi contenitori.

A chi rivolgersi
Al servizio si accede previo colloquio con l’Assistente Sociale della Azienda Speciale per i Servizi Sociali “Ida Zuzzi” di San Michele al Tagliamento sita in Via dell’Unione n. 10.

Tel:
0431 50021

E-mail:
info@aziendaspecialeidazuzzi.it

 

Impegnativa di cura domiciliare (I.C.D.)

La Regione Veneto ha recentemente rinnovato le modalità di erogazione dei contributi per le cure domiciliari per le persone non autosufficienti. Dal 2013 l’Assegno di Cura è sostituito dall’Impegnativa di Cura Domiciliare (abbreviato con la sigla I.C.D.). Dal 2014 modificherà anche le modalità di erogazione dei contributi per la Vita Indipendente e per l’Aiuto e l’Autonomia personale delle persone con disabilità.
L’Impegnativa di Cura Domiciliare (I.C.D.) è un contributo (che può essere erogato informa economica oppure di servizi) erogato alle persone non autosufficienti assistite al proprio domicilio. Serve ad acquisire prestazioni di supporto e assistenza nella vita quotidiana, ad integrazione delle attività di assistenza domiciliare dei Comuni edella Azienda ULSS.
Sono previste 5 tipologiedi ICD, mutuamente esclusive:
* Impegnativa ICDb(ex Assegno di Cura “base” e “badante”): per utenti con basso bisogno assistenziale, verificato dalla rete dei servizi sociali e dal Medico di Medicina Generale, con ISEE familiare inferiore ad € 16.631,71 per la prima metà del 2013 sui redditi 2011 per la secondametà del 2013 sui redditi 2012. Il contributo mensile è di €120,00;
* Impegnativa ICDm (ex Assegno di Cura): per utenti con medio bisogno assistenziale,verificato dal Distretto Socio Sanitario, con presenza di demenze di tutti i tipi accompagnate da gravi disturbi comportamentali o con maggior bisogno assistenziale rilevabile dal profilo SVaMA, con ISEE familiare inferiore ad € 16.631,71 per la prima metà del 2013 sui redditi 2011 per la seconda metà del 2013 sui redditi 2012. Il contributo mensile è di € 400,00;
* Impegnativa ICDa:per utenti con alto bisogno assistenziale, verificato dal Distretto Socio Sanitario, con disabilità gravissime e in condizione di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continua nelle 24 ore, con ISEE familiare inferiore ad € 60.000,00. Per queste ICD gli importi del contributo sono variabili in funzione del reddito o del progetto assistenziale.
* (dal 2014)Impegnativa ICDp: per utenti con grave disabilità psichica e intellettive, già interventi di promozione dell’autonomia personale e di aiuto personale. Per queste ICD gli importi delcontributo sono variabili in funzione del reddito o del progetto assistenziale.
* (dal 2014)Impegnativa ICDf: per utenti con grave disabilità fisico-motoria: persone in età adulta, con capacità di autodeterminazione e grave disabilità fisico-motoria, (già progetti di vita indipendente. Per queste ICD gli importi del contributo sono variabili in funzione del reddito o del progetto assistenziale.

Come si accede all’ICD
Per accedere all’ICD è necessario presentare domanda alla Azienda Speciale per i Servizi Sociali “Ida Zuzzi” di San Michele al Tagliamento o al Direttore del Distretto Socio Sanitario di competenzautilizzando lo specifico modulo predisposto dalla Regione Veneto.
I beneficiari dell’Assegno di Cura passano automaticamente all’ICD, qualora ne conservino il diritto, mentre le nuove domande pervenute nel 2013 saranno valutate e inserite in graduatoria entro il 2013.
Per informazioni dettagliate sulle tipologie di ICD, sui requisiti specifici necessari per la richiesta e sui contributi erogati, consultare la DGRV1338/2013. In particolare da pag. 7 dell’allegato A sono indicati idettagli per ciascuna tipologia di ICD.

Documentazione da presentare
* Domanda redatta su apposito modulo predisposto dalla Regione Veneto
* Attestazione ISEE rilasciata dai CAAF abilitati, relativa la nucleo familiare in cui risiede la persona non autosufficiente (redditi di riferimento anno precedente a quello di presentazione della domanda).

Normativa di riferimento
* DGRV 1388/2013 – Istituzione dell’Impegnativa di Cura Domiciliare (ICD)
* Allegato A DGRV 1388/2013.

 

Contributi per l’abbattimento barriere architettoniche

La Legge Regionale n.16/2007 prevede la possibilità di ottenere un contributo economico da parte della Regione Veneto per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati per i cittadini invalidi.
Le domande pervenute al Comune da parte dei richiedenti vengono inviate alla Regione Veneto che, sulla base dei fondi disponibili e delle richieste pervenute liquida le somme ai Comuni affinchè le trasferiscano ai richiedenti.
La tipologia degli interventi per cui si può richiedere il contributo non riguarda solo l’edilizia ma anche modifiche su veicoli ad uso o al servizio di persone con disabilità e minorazioni anatomiche.
Il finanziamento concesso può arrivare, in via teorica al 50% della spesa effettivamente sostenuta.

Quando presentare la domanda
I termini per la presentazione della domanda: non sono fissati (entro 60 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto del Piano Annuale Regionale di Intervento).
E’ necessario allegare alla domanda un preventivo di spesa di una ditta specializzata per la realizzazione dell’intervento.
In sede di liquidazione verranno invece richieste le fatture attestanti l’effettiva esecuzione delle opere per cui è stato richiesto il contributo.
Per ulteriori informazioni visita la pagina internet della Regione Veneto: Legge Regionale n. 16/2007.

A chi rivolgersi
Istruttore Amministrativo

 

Inserimenti di anziani/inabili in centro servizi residenziali

L’accoglienza in una struttura residenziale e protetta è destinata a persone anziane non autosufficienti in stato di bisogno. L’accesso avviene attraverso graduatoria unica della ASSL 10 stilata mensilmente sulla base delle valutazioni socio-sanitarie emerse in fase di U.V.M.D. (Unità di Valutazione Multidimensionale Distrettuale).

A chi rivolgersi
Per questo servizio ci si può rivolgere alla Assistente Sociale.

A chi presentare la domanda
La domanda di inserimento in Istituto, in ogni caso deve essere presentata dall’interessato o da un suo familiare direttamente al Distretto Socio Sanitario (sito in Piazza Galasso a San Michele al Tagliamento) o alla struttura alla quale si intende accedere. A seguito di tale richiesta si riunirà la Valutazione Multidimensionale Distrettuale che potrà giudicare la richiesta e a definire un punteggio valido per la graduatoria.

Documenti
Richiesta inserimento in strutture.

 

Assistenza economica

Il servizio prevede l’erogazione di interventi economici per affrontare situazioni di bisogno temporaneo o permanente del singolo o del nucleo familiare, con l’obiettivo di promuovere, dove possibile, la completa autonomia.
L’assistente sociale prende in considerazione ogni richiesta di assistenza economica pervenuta e valuta l’erogazione di eventuali concessioni, legate alla definizione di un progetto volto a superare la situazione di disagio, sulla base degli elementi raccolti durante i colloqui e le visite domiciliari.

A chi rivolgersi
Assistente Sociale

Documentazione da presentare
* Dichiarazioni relative alla situazione reddituale (ISEE in corso di validità);
* Documentazioni attestanti le spese sostenute nell’anno precedente (locazione, spese condominiali, utenze domestiche, spese sanitarie,ecc…);
* Richiesta sussidio economico.

 

Rette anziani/inabili in centro servizi residenziali

Il Comune provvede, in situazioni di indigenza e difficoltà economica, all’integrazione delle spese di ospitalità pressocentri servizi residenzialia favore di anzianie/o persone inabili.

 

Soggiorni climatici anziani

Questa iniziativa ha lo scopo di fornire a persone anziane la possibilità di una vacanza ad un prezzo equo.
Qualorail soggetto fosse interessato, l’Amministrazione ha stabilito dei parametri reddituali entro i quali è possibile richiedere una riduzione sul costo del soggiorno, previa presentazione del modello ISEE.

Requisiti del richiedente
L’anziano che desidera partecipare al soggiorno dovrà essere: residente nel Comune di San Michele al Tagliamento, autosufficiente, godere di buona salute.
In caso di disponibilità di posti, vengono accolte le richieste dei non residenti.


Documentazionee modalità di presentazione
Per coloro che richiedono una contribuzione per il pagamento della quota di partecipazione devono produrre:
*Modello ISEE (per eventuale riduzione sulla tariffa applicata secondoi parametri stabiliti dalla Amministrazione Comunale).

A chi rivolgersi
Istruttore Amministrativo